Omaggio di Guerri a Sironi tra le opere esposte in Galleria

Speciale PordenonePensa 2018: GIORDANO BRUNO GUERRI “incontra” MARIO SIRONI. Domenica 25 novembre alle 18.00 a Pordenone, il presidente de Il Vittoriale degli Italiani racconta l’artista futurista in Galleria Bertoia, che ne ospita le opere d’arte fino al 9 dicembre. Una conferenza gioiello, durante la quale Guerri potrà illustrare Sironi proprio attraverso le opere in mostra, che espone circa 200 pezzi, tra cui celebri e straordinari capolavori e rarità, che non venivano esposti da 50 anni.

Per il pubblico della conferenza l’ingresso alla mostra sarà gratuito a partire dalle 17.30.

Con l’occasione il pubblico potrà ammirare l’Architetto (esposto alla Biennale di Venezia del 1924), il primo Paesaggio urbano (esposto nel 1920) ma anche Solitudine del 1925 (esposto alla Prima Mostra del Novecento Italiano), i dipinti futuristi Testa del 1913 e Il Viandante del 1915, insieme a molti dei suoi emblematici paesaggi urbani tra i più conosciuti, e alle figure classicheggianti che costituiscono l’aspetto forse più noto dell’artista. Ai dipinti sono affiancate numerose tra le più significative opere grafiche e un centinaio di illustrazioni per riviste anch’esse esposte: da “Noi e il Mondo” a “Gli Avvenimenti”, alle “Industrie Italiane Illustrate”, alle varie pubblicazioni collegate al “Popolo d’Italia”, fino alle copertine di libri.

Annunci
Pubblicato su NEWS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

A cura di
Follow #PordenonePensa
Follow PordenonePensa on WordPress.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: