PnPensa: gli amori, le passioni, le imprese di Gabriele D’Annunzio raccontate da Giordano Bruno Guerri

IMG_7254Dopo l’appuntamento d’esordio con Filippo Facci, brillante firma del quotidiano Libero e “scontroso” opinionista televisivo, prosegue con grande risposta di pubblico PordenonePensa, la rassegna di idee promossa da Circolo Eureka e Provincia di Pordenone. Ospite della kermesse, nella scorsa serata, organizzata grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale di Brugnera, nella incantevole cornice di Villa Varda, il giornalista, storico e scrittore Giordano Bruno Guerri. Un gradito ritorno quello di Guerri (già ospite della seconda edizione della rassegna) che, intervistato da Andrea Marcigliano, ha colto l’occasione per presentare al pubblico di PordenonePensa, la sua ultima fatica letteraria, “La mia vita carnale. Amori e Passioni di Gabriele D’Annunzio” (edito da Mondadori), saggio ricco di esclusive e provocanti curiosità sugli ultimi anni di vita del “Vate” Gabriele D’Annunzio, dal 1921 al 1938, scritto in occasione delle celebrazione per i 150 anni dalla nascita, e a 75 anni dalla sua morte.

Guerri, firma del Giornale e docente di Storia Contemporanea in diversi atenei in Italia e all’estero, tra cui la Columbia University di New York, ma anche presidente della Fondazione Vittoriale degli Italiani, che si occupa della conservazione dell’ultima monumentale dimora dello scrittore, grazie a questo ruolo, ha avuto accesso a numerosi documenti inediti, tra cui il diario di Aélis Mazoyer, l’amante e governante francese che affiancò D’Annunzio dal 1910 fino alla morte, fonte preziosissima per Guerri per ricostruire, con dovizia di particolari, le abitudini sessuali del poeta. Preziosi pure gli appunti sulla gestione del Vittoriale, dove risiedevano anche la padrona di casa ed ex amante del “Vate”, Luisa Baccara, e Maria Hardouin, sua legittima consorte, senza contare le numerose donne di passaggio. Attraverso questa ricca documentazione, Guerri, ha realizzato questo nuovo volume che guarda alle abitudini più nascoste dell’eccentrico personaggio, la cui vita fu improntata alla ricerca del godimento ed alla scoperta, «perché – citando D’Annunzio, ha sottolineato Guerri – non più che soffre, ma chi più gode conosce».

Annunci
Tagged with: , ,
Pubblicato su Edizione 2013, Uncategorized
A cura di
Follow #PordenonePensa
Follow PordenonePensa on WordPress.com
Prossimi eventi

Nessun evento in arrivo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: