A PnPensa, fra mito, riflessioni e risate con Giordano Bruno Guerri, Max Pisu e Roberto Gilardi.

Dopo l’appuntamento d’esordio con Filippo Facci, brillante firma del quotidiano Libero e “scontroso” opinionista televisivo, doppio appuntamento per PordenonePensa, la rassegna promossa da Circolo Eureka e Provincia. Venerdì 24 maggio, alle 20.30, a Brugnera (Villa Varda, sala conferenze del Canevon in Via Villa Varda di San Cassiano 7) un gradito ritorno: quello del giornalista, storico e scrittore Giordano Bruno Guerri già ospite della seconda edizione della kermesse.

GuerriGuerri, firma del Giornale e docente di Storia Contemporanea in diversi atenei in Italia e all’estero, tra cui la Columbia University di New York presenterà al pubblico di PordenonePensa “La mia vita carnale”, saggio ricco di esclusive e provocanti curiosità sugli ultimi anni di vita del “Vate” Gabriele D’Annunzio, tra il 1921 e il 1938, scritto in occasione delle celebrazione per i 150 anni dalla nascita, oltre che per i 75 anni dalla sua morte. Già autore di “D’Annunzio, l’amante guerriero”, Giordano Bruno Guerri è anche presidente della Fondazione Vittoriale degli Italiani, che si occupa della conservazione dell’ultima monumentale dimora dello scrittore. Proprio grazie a questo ruolo, Guerri, ha avuto accesso a numerosi documenti inediti, scovati al Vittoriale, attraverso i quali ha realizzato questo nuovo volume che guarda alle abitudini più nascoste dell’eccentrico personaggio.

maxAppuntamento fra risate e riflessioni quello invece in programma, sempre venerdì 24 maggio, alle 20.30, ma al Mascherini di Azzano Decimo (in via Divisione Julia, 9) nell’ambito della sezione PordenonePensa Teatro che vedrà calcare il palco del teatro comunale l’attore, cabarettista e noto personaggio televisivo, Max Pisu, insieme al formatore, scrittore e vignettista Roberto Gilardi, protagonisti di “Ho un sogno per mio figlio”, spettacolo in cui l’irresistibile comicità di Pisu, reduce dai successi televisivi di Zelig, si unisce alle riflessioni di Gilardi sull’educazione e la relazione padre-figlio. Il risultato è una piece teatrale che fa ridere e pensare. E fa venir voglia di essere genitore. Lo spettacolo sarà preceduto da un incontro dibattito con il duo.

L’ingresso a incontri e concerti di PnPensa è libero. Programma completo su www.pordenonepensa.it e sulla pagina Facebook della rassegna.

Annunci
Tagged with: , ,
Pubblicato su Edizione 2013, Uncategorized
A cura di
Follow #PordenonePensa
Follow PordenonePensa on WordPress.com
Prossimi eventi

Nessun evento in arrivo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: