“QUANDO LA MATEMATICA È UN GIOCO DA RAGAZZI”. INCONTRO CON IL PROF. FURIO HONSELL

SPILIMBERGO – La matematica si annida nella quotidianità. Lo diceva anche il matematico rinascimentale Luca Pacioli, considerato l’inventore della moderna ragioneria. E dalle intuizioni di Pacioli sono partiti Giorgio Tomaso Bagni e Furio Honsell per trasformare numeri e statistiche in un gioco alla portata di tutti nel libro, presentato ieri in palazzo Tadea a Spilimbergo, “Curiosità e divertimenti con i numeri” (Aboca editore) nell’ambito di PordenonePensa, la fortunata rassegna promossa da Circolo Eureka e Provincia di Pordenone.

Giocare con i numeri? Si può. Ancora meglio se poi ad insegnarlo è un docente d’eccezione come Honsell, autore a quattro mani con Bagni di un divertente volume nato a commento di un’opera divulgativa del matematico ed economista rinascimentale Luca Pacioli: il manoscritto De viribus quantitatis. Intervistato dal primo cittadino di Spilimbergo Renzo Francesconi ed introdotto da Duilio Contin, bibliologo e direttore della Bibliotheca Antiqua di Aboca Museum di Borgo Sansepolcro, struttura museale che promuove la conoscenza delle erbe, nata dall’azienda Aboca, specializzata nella fitoterapia, Honsell ha divertito il numeroso pubblico in sala con anedotti alquanto singolari: “Per lavarci i denti usiamo un algoritmo. Anche per fare la doccia, preparare un caffè, parcheggiare l’auto. Ogni successione di movimenti non è casuale, ma governata dalla matematica” ha spiegato l’ex rettore dell’Università di Udine, oggi sindaco del capoluogo friulano, con un passato televisivo insieme a Fabio Fazio a “Che tempo che fa”.

Chi s’immagina i geni dei numeri come persone tristi e introverse, sbaglia. I matematici sono persone creative, intuitive, con un grande senso dell’umorismo. Il legame tra logica, quotidiano e matematica, l’aveva già analizzato Luca Pacioli nel Rinascimento. Indovinelli e aneddoti erano il suo pane quotidiano. “Come disporre le arance in una cassetta al mercato è una questione di algoritmi — ha concluso Honsell — tutti noi usiamo in continuazione la matematica, anche senza saperlo. I giochi con le carte? Anche lì è un ragionamento matematico. I soldi che usiamo per pagare, il modo in cui riponiamo il resto, sempre azioni matematiche. Persino il modo di amministrare”.

Annunci
Tagged with: , , , ,
Pubblicato su Edizione 2012, NEWS
A cura di
Follow #PordenonePensa
Follow PordenonePensa on WordPress.com
Prossimi eventi

Nessun evento in arrivo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: